Esiste il Curriculum vitae perfetto?

Esiste il CV perfetto?

La risposta è no. Siamo chiari fin dall’inizio. Non esiste un unico curriculum vitae e soprattutto non esiste il cv perfetto. Eppure quel foglio di carta è il nostro biglietto da visita. Consegnato di persona ad un responsabile delle risorse umane di un’azienda o inviato per email, però, c’è una bella differenza.

Dopo il colloquio lasciamo il nostro curriculum dove probabilmente il selezionatore prenderà qualche appunto per ricordarsi di noi.

Perché come potete immaginare durante la manifestazione vedrà molte persone...quindi aiutiamolo a ricordarsi di noi!

Inseriamo le informazioni principali, con qualche riga di presentazione iniziale. Inutile probabilmente inserire tutti i lavori part time (o in nero) dettagliatamente: babysitter, cameriere, fattorino...concentratevi sugli studi fatti, commentando gli aspetti di maggior interesse (sviluppi, analisi, strumenti utilizzati, etc.) e date maggior enfasi alla parte del cv relativa alle competenze.

Evitate frasi fatte o copiate da internet: “ottime capacità comunicative”… che vuol dire?! Provate invece a descrivere la vostra personalità, i vostri desideri ed i vostri obiettivi professionali raccontando nella sezione delle competenze le vostre esperienze personali e lavorative, le vostre passioni, aiutandovi anche con aneddoti se necessario.

Chi vi sta selezionando non si aspetta un cv di molte pagine e sicuramente non vuole né leggere l’elenco degli esami sostenuti né sapere dove avete preso la licenza elementare.

Una pagina, al massimo due è più che sufficiente.

Una foto chiara, in modo che ci si ricordi di voi (quindi non di molti anni prima, oppure in spiaggia…).

Il riferimento alla legge sulla privacy e firmatelo davanti a lei/lui (con decisione e sicurezza).

Ricordatevi..."c'è solo un'occasione di fare una prima buona impressione".

 

There is a mobile optimized version of this page, view AMP Version.