Psicologi e Criminologi per il Ministero della Giustizia

Psicologi e Criminologi per il Ministero della Giustizia

Il Ministero della Giustizia ha indetto due bandi di concorso per selezionare Esperti Psicologi e Criminologi.

I due concorsi pubblici, per titoli e colloqui, sono finalizzati alla formazione di due graduatorie di candidati idonei al conferimento di incarichi di lavoro come consulenti Esperti Psicologi e Criminologi. Le graduatorie saranno valide per il quadriennio 2018/2021, mentre gli incarichi di consulenza avranno una durata massima di un anno, e potranno essere rinnovati per un periodo massimo di 4 anni.

I bandi scadono  il 14 e il 30 del mese di dicembre.

Ecco tutti i dettagli utili per candidarsi.

I concorsi del Ministero Giustizia sono rivolti a candidati in possesso dei seguenti requisiti:

Per i candidati psicologi:

  1. laurea in psicologia (magistrale o vecchio ordinamento);
  2. abilitazione all’esercizio della professione di psicologo;
  3. iscrizione all’Albo professionale degli psicologi;
  4. possesso di partita I.V.A. o dichiarazione di apertura della stessa in caso di conferimento dell’incarico;
  5. dichiarazione di non aver riportato condanne penali o applicazioni di pena ai sensi dell’articolo 444 del Codice di Procedura Penale e di non avere in corso procedimenti penali, né procedimenti per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione, né che risultino a proprio carico precedenti penali iscrivibili nel casellario giudiziale ai sensi dell’articolo 3 del Decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n. 313. In caso contrario, si indichino le condanne e i procedimenti a carico ed ogni eventuale precedente penale, precisando la data del provvedimento e l’Autorità Giudiziaria che lo ha emanato ovvero quella presso la quale penda un eventuale procedimento penale;
  6. età superiore ad anni 25 ed inferiore ad anni 70 ( requisiti che dovranno sussistere alla data del Bando);
  7. Curriculum vitae in formato europeo.

Per i candidati criminologi:

  1. laurea (magistrale o vecchio ordinamento) e diploma di specializzazione in criminologia o scienze psichiatriche forensi conseguito presso le Scuole di specializzazione individuate con D.P.C.M., di concerto con il M.I.U.R. (indicare estremi normativi), o master di II livello in criminologia, conseguito presso Università;
  2. possesso di partita I.V.A. o dichiarazione di apertura in caso di conferimento dell’incarico;
  3. dichiarazione di non aver riportato condanne penali o applicazioni di pena ai sensi dell’articolo 444 del Codice di Procedura Penale e di non avere in corso procedimenti penali, né procedimenti per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione, né che risultino a proprio carico precedenti penali iscrivibili nel casellario giudiziale ai sensi dell’articolo 3 del Decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n. 313. In caso contrario, si indichino le condanne e i procedimenti a carico ed ogni eventuale precedente penale, precisando la data del provvedimento e l’Autorità Giudiziaria che lo ha emanato ovvero quella presso la quale penda un eventuale procedimento penale;
  4. età superiore ad anni 25 ed inferiore ad anni 70 ( requisiti che dovranno sussistere alla data del Bando);
  5. Curriculum vitae in formato europeo.

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nell'avviso

DOMANDE DI PARTECIPAZIONE

I candidati interessati ai concorsi possono inviare le domande di partecipazione, redatte sugli appositi modelli  allegati ai bandi, entro le seguenti scadenze e secondo le modalità indicate:

– Concorso Psicologi domande via pec all’indirizzo uepe.torino@giustiziacert.it entro il 14 dicembre 2017;
– Concorso Criminologi domande via pec all’indirizzo pr.torino@giustiziacert.it entro il 30 dicembre 2017.

Per ulteriori domande sui bandi del Ministero della Giustizia è possibile visitare la pagina web dedicata ai Concorsi del sito internet del ministero.

 

Stay tuned!

 

There is a mobile optimized version of this page, view AMP Version.